eventi

Psicosi e tossicomania:
chi è all’ombra di chi?

Da tempo emerge la necessità di individuare l’intersezione tra tossicodipendenza e psicosi come area sulla quale porre maggiore attenzione. Da qui la necessità di focalizzare meglio
gli elementi predominanti sia dell’una che dell’altra approfondendone la qualità dell’intreccio che ne deriva.
Per questo motivo abbiamo deciso di dialogare con due esperti della corrente psicoanalitica e fenomenologica che da anni
si occupano del problema.

Antonello Correale, psichiatra e psicoanalista, membro ordinario
della Società Psicoanalitica Italiana (SPI)
Gilberto Di Petta, neurologo e psichiatra, DSM ASL NA 2 Nord

PSICOSI e TOSSICOMANIA

Corpi infranti e figure sublimi

Il convegno internazionale "Corpi infranti e figure sublimi"
che ha accompagnato la mostra "Abusi, testimonianze da una comunità terapeutica" è stata un 'occasione, grazie all'intervento di autorevoli esperti nel settore, per approfondire il tema monografico dell'esposizione e per presentare alcune figure femminili dell'arte contemporanea.  
Massimo Greco, artista e curatore con Carola Lorio della mostra, ha illustrato i lavori esposti, frutto di attività laboratoriali con le pazienti della comunità femminile "Fragole Celesti" e il ruolo dell'arte in tale contesto di cura. È seguita un'indagine su alcune figure femminili paradigmatiche dell'arte contemporanea del Novecento. Le figure delineate utilizzano l'arte come espressione di un' interiorità problematica che le porta a rifiutare i canoni della società in cui vivono che le voleva "angeli del focolare" e dove essere artiste era sinonimo di inferiorità.  
La psicanalista Laurie Wilson ha illustrato la controversa figura della pittrice/scultrice Louise Nevelson, considerata tra gli artisti americani più illustri del dopoguerra. Fin da bambina voleva essere un' artista lottando contro ogni pregiudizio. Anne Marie Dubois, medico psichiatra, ha delineato la personalità di Unica Zurn, artista che, in seguito a numerose crisi e ricoveri in ospedali psichiatrici, riuscì a trasformare la sua arte in rappresentazione dei mostri dell'inconscio. La cineasta e storica dell'arte Sibylle Pieyre De Mandiargues, tramite un parallelismo con Unica Zun, ha riportato un passionale e coinvolgente ritratto letterario della madre Bona Tibertelli Pieyre De Mandiargues.  
Per seguire, l'opera d'arte sociale e "la società come opera d'arte per eccellenza "spiega Giuseppe Frangi, "fattibile solo con la partecipazione di tutti". Frammenti dello spettacolo "Mi porto a ballare" della psichiatra e danzaterapeuta Anna Gasco hanno concluso la giornata.

ABUSI, Corpi infranti e Figure sublimi

Conferenza

In occasione della Giornata Internazionale dei diritti delle donne, l'8 marzo 2017 si è tenuta a Palazzo Barolo la Conferenza "Architettura di una violenza e ricostruzione emotiva". Grazie al contributo dellla Dott.ssa Estela Welldon  l'incontro è stato un'occasione per aprire una riflessione su situazioni di difficoltà e di sofferenza che possono caratterizzare la vita di alcune donne attraversando interi assi generazionali.

La Dott.ssa Estela Welldon è una psichiatra consulente onorario in psicoterapia forense presso il Tavistock Portman NHS Trust. Nata a Mendoza, in Argentina,
ha studiato medicina all'Università Nacional de Cuyo.
Ha fondato, ed è stata eletta presidente onorario a vita dell'International Association Forensic Psychotherapy nel 1991. Fra le sue pubblicazioni più importanti ricordiamo. "Madre, Madonna prostituta. Nuovi scenari della Maternità", Franco Angeli editore, e "Plying with Dynamite: a personal approach to the Psychoanalytic Understanding of Pervesions, Violence and Criminality".

6 case fantastiche

Installazione luminosa con fotografie a documentazione del percorso di realizzazione a cura dell’artista Paola Risoli negli spazi di Palazzo Barolo (sale del Legnanino. Torino 8 marzo/ 2 aprile 2017). Il lavoro nasce dalla convinzione che l’arte può essere strumento di cura per chi la crea e per chi la completa fruendola. Paola Risoli, ideatrice del progetto, da anni sviluppa pratiche di “arte con le persone” che danno vita a opere sociali collettive.  6 donne vittime di abusi e violenze della Comunità “Fragole Celesti” hanno costruito con il supporto dell’artista un racconto di se’ creando micro interni che le rappresentano e diventano veicoli di autoconoscenza e comunicazione.

La differenza fra rappresentazione estetica e l'esperienza estetica

La Dott.ssa Wilma Cipriani, filosofa, psicologa, arte-terapeuta, è stata ospite della Galleria Gliacrobati il 24/1/2019 per una conferenza legata alla mostra "Le terapie dell'arte".
In tale mostra cinque arte-terapeuti, hanno presentato le opere dei pazienti create durante sessioni di arteterapia.
La conferenza ha avuto come tema "La differenza tra rappresentazione estetica e l'esperienza estetica" e ha cercato di trovare una sintesi fra i diversi approcci metodologici e di illustrare come dopo le moderne scoperte della neuroscienza, l'arte terapia può essere considerata alla stregua di una fisioterapia.

Presentazione del libro
Edit Kramer

Mercoledì 20/03/2019 negli spazi de Gliacrobati, è stato presentato il libro The Legancy of Edith Kramer -
A Multifaceded View.
Il libro raccoglie testimonianze di un gruppo di colleghi conosciuti a livello internazionale e racconta la storia di una pioniera dell'arte terapia, Edith Kramer, dando un contributo al suo operato in Italia. Testi e fotografie di Wilma Cipriani, Raffaella Bortino e Carola Lorio.

Quando l'ansia infantile
prende il sopravvento

Presentazione del libro di Micheline Cacciatore
(CreateSpace Independent Publishing Platform)
Salone Internazionale del Libro di Torino
Intervengono: Giorgio Maria Bressa e Wilma Cipriani

Uno psichiatra e una psicologa si confrontano traendo spunto da un libro che racconta l'esperienza di lotta di una madre accanto a una figlia contro l'emetofobia, un'ansia infantile che genera paure irrazionali.  
"
Quando l'ansia infantile prende il sopravvento" è il primo libro di Micheline Cacciatore; il successo del suo blog, "Emetofobia Destrutturata", l'ha convinta a scrivere per raggiungere ancora più persone.

Quando l'ansia infantile
prende il sopravvento

Il libro narra una storia realmente accaduta, raccontata in prima persona da una madre che si trova a dover gestire l'insorgenza dell'emetofobia (paura irrazionale del vomito) nella vita di sua figlia e della sua famiglia.
Mentre le condizioni di sua figlia peggiorano di giorno in giorno: diventa sempre più magra, si rifiuta di uscire di casa, utilizza una serie di rituali ossessivi, questa madre si rende conto che le normali sedute settimanali di psicoterapia non sono sufficienti ed è necessario trovare una cura specifica. Nonostante l'emetofobia sia una delle cinque fobie più diffuse, è ancora poco conosciuta e trovare una cura adeguata può essere difficoltoso. Dopo varie ricerche, la madre approda finalmente alla Clinica Universitaria di Miami che propone una terapia mirata: la desensibilizzazione graduale intensiva, che prevede un'esposizione progressiva allo stimolo che provoca la fobia, in questo caso il vomito. Nel corso del libro viene raccontato il percorso terapeutico che porta gradualmente la giovane paziente, ma anche i suoi familiari, a gestire e superare la fobia. In seguito a questa esperienza, Micheline Cacciatore, l'autrice ha aperto un blog “Emetofobia destrutturata” nel tentativo di raggiungere ed essere d'aiuto ad altri genitori che si trovano ad affrontare la stessa problematica.

Micheline Cacciatore è cresciuta in Massachusetts e ha frequentato la Walnut Hill School of Arts, dove ha studiato danza classica. Dopo un brutto infortunio, che le ha impedito di proseguire la carriera di ballerina professionista,ha frequentato la scuola di fotografiadopo aver lavorato alcuni anni come fotografa, è tornata alla sua vera passione, la danza, dedicandosi all’insegnamento.

Nel 2010, Micheline ha venduto la scuola di danza in Massachusetts, per trascorrere più tempo con la sua famiglia. Insegna ancora danza e vive a Miami, con il marito e i due figli.

Finissage,
la terapia dell'arte

Presentazione della pubblicazione “La terapia dell’Arte”, una mostra che si è svolta in cinque settimane, permettendo a cinque differenti terapeuti di esporre una serie di opere dei propri pazienti, rappresentative del loro lavoro e dell’interpretazione che ne danno.

Il patto della montagna

Fermata d'Autobus con Lalàgeatelier Dispositivi vestimentari.
Nell'ambito della giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne, una proiezione di un documentario,
la storia del primo accordo in Europa che ha sancito la parità salariale tra uomini e donne.

Contrappesi

Presentazione del catalogo "Anatomie di un paesaggio e masse"
di Vincenzo Lopardo.

Attitudine alla fantasticazione

Conferenza che la storica dell'arte Dott.ssa Bianca Tosatti ha tenuto in data 26/06/2019 presso la Galleria Gliacrobati.
Da sempre sensibile alle esperienze che nascono dal disagio psichico e sociale, la Dott.ssa Tosatti è esperta di Art Brut o Arte Irregolare, ha pubblicato diversi studi sul tema, ha organizzato mostre ed eventi. Docente per molti anni, ha ricoperto il ruolo di consulente presso la Direzione della Scuola Politecnica di Design di Milano.

Scatola nera -
abuso di amore

Spettacolo teatrale a cura della Compagnia Brhama Teatro
in collaborazione con Fermata d'Autobus e Fragole Celesti,
regia di Marco Beljulji.